Piante officinali

Movimento di base.

L'uomo e la natura hanno uno stretto legame e si influenzano l'uno con l'altra. Le nostre piante officinali ce lo ricordano ogni giorno. Non solo conosciamo i loro effetti ma sappiamo anche dove si hanno le migliori crescite spontanee e coltiviamo le più belle nei nostri giardini. La natura è la nostra casa. Senza responsabilità, rispetto e sforzo reciproco nulla potrà sopravvivere. Non c'è l'uno senza l'altro: insieme siamo semplicemente migliori.

Siamo convinti che ogni pianta abbia la sua storia. È proprio come per gli esseri umani: sono le esperienze a definire chi siamo. Lo stesso vale per le piante. La loro storia influisce sulla qualità delle loro scorze, dei noccioli, dei semi, delle radici, dei fiori, delle foglie, dei rami e degli steli. La pianta viene influenzata dalla sua posizione, dal suo potenziale di crescita, dalle sostanze nutritive, dalla luce, dal sole, dalla purezza dell'aria e dell'acqua, dal periodo e dal metodo di raccolta. Tutte queste cose rendono le piante che coltiviamo per te assolutamente speciali.

Ecco perché i nostri giardinieri sono spesso nei campi fin dalla mattina presto per seminare o raccogliere le piante manualmente. Nelle fredde mattinate quando la brina notturna è ancora depositata sui prati. Nel caldo dell'estate, quando gli alveari sciamano e l'aroma delle piante è meglio del profumo più costoso del mondo. Lavorano sullo stesso pezzo di terra che Rudolf Hauschka acquistò alla fine degli anni '50: all'epoca era un prato paludoso. Oggi il suolo è perfetto e può essere lavorato nel modo migliore. In 4,5 ettari di terreno crescono più di 150 diverse piante officinali per la produzione di prodotti WALA. Il giardino sembra uscito da una favola: stagno delle ninfee, ruscello, alveari, prati fioriti e boschi. Libellule, rospi e salamandre pezzate. Lavoriamo secondo i dettami della biodinamica, seguendo il ritmo della natura. Non forziamo nulla per ottenere il massimo raccolto. Ciò nonostante, o forse proprio grazie a questo approccio, raccogliamo piante forti e sane.

Siamo particolarmente orgogliosi dei prati selvatici della Foresta Nera e dei monti Vosgi dove le nostre raccoglitrici e i nostri raccoglitori vanno a piedi e colgono manualmente eufrasia e arnica ad altitudini fino a 900 metri. L'arnica è una pianta in via di estinzione. Per questo motivo prestiamo molta attenzione a quanta ne raccogliamo su questi tre ettari per permetterle di svilupparsi indisturbata. Falciamo i prati solo dopo che l'arnica ha già sparso i suoi semi. In questo modo manteniamo le superfici libere da cespugli e alberi e proteggiamo l'habitat di queste speciali piante officinali. La biodiversità è per noi una priorità assoluta. Con ogni pianta raccogliamo la sua storia. E poiché lo facciamo nel modo più delicato e rispettoso possibile gli estratti che ne otteniamo sono della massima qualità.

graswurzelbewegung-2 graswurzelbewegung-3 graswurzelbewegung-4 graswurzelbewegung-1-1